Scuola alternanza lavoro

L'alternanza scuola-lavoro consiste nella realizzazione di percorsi progettati, attuati, verificati e valutati, sotto la responsabilità dell'istituzione scolastica o formativa, sulla base di apposite convenzioni con le imprese, o con le rispettive associazioni di rappresentanza, o con le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, o con gli enti pubblici e privati, ivi inclusi quelli del terzo settore, disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa, che non costituiscono rapporto individuale di lavoro art.4 D.Lgs. 15 aprile 2005, n. 77.

La casa editrice per l’anno 2017 ha stipulato due convenzioni con i licei classici statali Bertrand Russell e Torquato Tasso di Roma.
I percorsi intrapresi, pur differenziandosi nel contenuto, hanno lo scopo comune di spiegare in cosa consiste il lavoro di una casa editrice dalla fase di progettazione editoriale alla messa in libreria.

Le variazioni contenutistiche sono dovute alla modalità con cui è nato l’incontro con i due istituti e il numero di studenti che formano le classi.
Nel caso del liceo Russell, a seguito di un testo che l’editore ha proposto di presentare (Capelli dappertutto di Tea Tulić, nella traduzione di Federico Giulio Sicurella) è stato chiesto di stipulare la convenzione con quaranta studenti aderenti.
L’idea è stata quella di stimolare gli studenti alla progettazione e alla realizzazione di una collana per Italo: una biblioteca da treno.
Nel caso invece del liceo Tasso, durante una collaborazione precedente che prevedeva un ciclo di incontri tra studenti e scrittori, l’editore ha proposto una traduzione inedita del volume L’Elogio alla morte volontaria a cura del filosofo tedesco Johan Robeck (1672–1739) scoperto perché citato da Voltaire in Candido.